La ceretta non è semplice estetica di base

La ceretta non è semplice estetica di base

Dopo l’ingresso di vari “guro” del marketing nel settore estetico, vedo una corsa verso la cosiddetta “specializzazione” , cosa sacrosanta, perché non possiamo essere eccellenti in tutto, ma sono del parere che non tutti abbiano la piena comprensione di cosa significhi . Gli istituti di bellezza che hanno una ampia varietà di servizi, come il mio, hanno scelto il loro posizionamento con diverse specializzazioni, alcuni con specializzazione viso, altri corpo e così via… credo, però, che molti non abbiano capito l’importanza di quella che nel settore estetico viene considerata “estetica di base”, puntando tutto sulla “loro punta di diamante” senza curarsi di servizi come epilazione, sopracciglia, manicure e pedicure.

Oggi voglio concentrarmi sulla ceretta, la “cenerentola” dell’estetica. Chi frequenta il mio Istituto di Bellezza conosce la cura che mostriamo con l’epilazione, sia con la ceretta brasiliana che con la ceretta classica.

Faccio alcune domande:

  • sei stato sottoposto/a a questo trattamento con rulli e/o spatole di metallo usati dai clienti precedenti?
  • le pinzette erano sterilizzate?
  • l’estetista indossava guanti monouso?
  • la cabina era perfettamente pulita?

Purtroppo la risposta non è una cosa scontata, dovrebbe essere il minimo sindacale, ma, in molti locali, non è così e se poi parliamo di abusive… sono anni che faccio modifiche al nostro protocollo di lavoro per garantire una maggior sicurezza per voi e per noi, insieme all’efficacia di questo servizio; infatti sono sempre alla ricerca di resine di alta qualità e valuto continuamente i possibili rischi di contaminazione del prodotto.

Una leggenda metropolitana narra che il caldo uccide tutti batteri, peccato che i 38° medi della cera siano perfetti per la proliferazione di diversi microorganismi patogeni, alcuni di loro molto aggressivi come l’HPV.

Sebbene la maggior parte dei batteri non resistano a temperature superiori a 100°C, è necessario che la cera sia riscaldata per più di due ore a questa temperatura. La temperatura della cera calda, quando viene utilizzato è 38°C, quindi non è priva di contaminazioni.

Ecco come capire se l’Istituto di Bellezza da Voi frequentato ha un adeguato protocollo di biosicurezza:

  • Le condizioni igieniche del locale devono essere impeccabili;
  • Tutto il materiale monouso deve essere integro;
  • Il lavaggio delle mani e l’uso dei guanti da parte dell’operatore è molto importante, le unghie dovrebbero essere corte e pulite;
  • Le spatole devono essere monouso oppure sterilizzate ed imbustate;
  • La cera deve essere gettata dopo l’uso, specialmente la cera brasiliana(resina plastica/ vecchia cera calda),attenzione che alcuni operatori tengono un filtro dentro il pentolone della cera per poterla riutilizzare ripetutamente ;
  • Le pinze devono essere sterilizzate ed imbustate;
  • Si lavora solo su pelle integra( priva di lesioni/ferite )
  • Scegliete solo PROFESSIONISTE operanti nei migliori Istituti di Bellezza e ricordare che l’Estetista è l’unica professionista autorizzata dalla legge ad effettuare questo tipo di Servizio.

I guanti vanno indossati sempre.

Questa è la base, nel nostro Istituto di Bellezza andiamo oltre a questo piccolo elenco, posso dire che siamo l’unico centro estetico a Parma ad applicare il Metodo Brasilian Smile, se vi trovate in locali che non presentano questi requisiti basici andate via perché la probabilità di rischio per la vostra salute è molto elevata. Applicare un corretto protocollo di biosicurezza ha i suoi costi ,diffidate di chi offre tariffe troppo basse, perché, sicuramente, dovranno abbassare i costi da qualche parte e spesso lo faranno riducendo l’igiene ed utilizzando prodotti di bassa qualità.

Luana Alves de Lima

Capo Clan Brasilian Smile Beauty Center

No Comments

Post A Comment